Vendite Balaton Vendite Budapest Balaton Foto - Storia Budapest Foto - Storia Siofok Foto - Storia Case in Affitto

Il 1° maggio 2004 l’Ungheria è entrata nell’Unione Europea, in quanto soggetto politico ed economico, ma l’Europa – al di là dalle vicissitudini dell’ultimo mezzo secolo – è stata di fatto l’universo culturale cui il Paese è sempre appartenuto. L’Ungheria è sempre stata in Europa, tanto che, sotto il profilo culturale, non di «ingresso» si dovrebbe parlare bensì, più propriamente, di «ritorno». Per entrare in Ungheria i cittadini della Repubblica Italiana, di età compresa fra da 0 e 15 anni non ancora compiuti, devono ancora presentare obbligatoriamente il passaporto individuale oppure essere iscritti sul passaporto valido dei genitori. Per i maggiori di 15 anni è sufficiente la carta d’identità in corso di validità e valida per l’espatrio, per una permanenza nel Paese non superiore ai 90 giorni. Per raggiungere l’Ungheria con auto propria non è più necessaria la carta verde ed è stato uniformato il sistema di pagamento delle autostrade per le quali è sufficiente il bollino che si acquista alla frontiera. Non è possibile entrare o uscire dall’Ungheria con auto noleggiate. L’ingresso dell’Unione Europea costituisce anche il preludio alla moneta unica. In Ungheria l’euro diventerà moneta corrente nel 2010. Il fascino esotico del fiorino resterà ancora per qualche anno e i turisti italiani potranno acquistarlo comodamente in Italia oppure in Ungheria, presso l’aeroporto, le banche, gli uffici di cambio, i cambiavalute automatici e gli alberghi. Si può scegliere anche la soluzione di prelevare la moneta locale con il bancomat o, ancora, di pagare con la carta di credito presso le numerosissime attività commerciali e strutture ricettive che offrono questo servizio. L’adesione all’Unione Europea costituisce un vantaggio anche per l’assistenza medica dei turisti italiani in terra magiara. Oltre a usufruire della gratuità del pronto soccorso, già garantita dalla sanità ungherese, si può esibire il modello E111, anche se quest’ultimo sarà valido dopo alcuni mesi dall’ingresso in UE. Per maggiori informazioni in merito contattate lo 02/48195434/Ufficio Turistico Ungherese.

ABITANTI 10.231.000    SUPERFICIE 93.030 Kmq

AEREOPORTI: Il principale aeroporto è lo scalo di Ferihegy con due terminals, a 20 km dalla capitale ed è collegato ad essa attraverso un servizio di minibus, autobus e taxi. CAPITALE La capitale dell'Ungheria Budapest . LINGUA:La lingua ufficiale L'ungherese, esso appartiene alla famiglia ugrofinnica, Del tutto diverso da qualsiasi altra lingua europea e contiene speciali vocali e consonanti. E' abbastanza diffuso anche il tedesco. GOVERNO L'Ungheria è una Repubblica Parlamentare. RELIGIONE:La religione maggiormente diffusa è il Cattolicesimo, con minoranze riformate, luterane, ebree e ortodosse. FUSO ORARIO Nessuna differenza con l'Italia . CLIMA Il clima di tipo continentale con inverni rigidi ed estati calde. Le precipitazioni, che non sono abbondanti, si verificano soprattutto sotto forma nevosa. In estate le giornate sono molto calde, mentre le notti sono particolarmente fresche. Il periodo migliore per recarsi in Ungheria va da fine agosto a settembre, la temperatura mite e si evitano i temporali tipici dell'estate. La temperatura oscilla dai -4° C in gennaio fino ai 24° C in luglio. La catena dei Carpazi protegge l' Ungheria dagli influssi siberiani e polari . VALUTA: L'unità monetaria ufficiale il Fiorino ungherese, diviso in 100 filler. (100 €. 25.000 HFT)+ - DOCUMENTI: Per visitare l'Ungheria è sufficiente la carta d'identità valida per l'espatrio, oppure il passaporto in corso di validità. PREFISSI TELEFONICI: Per chiamare in Ungheria comporre lo 0036 seguito dal prefisso della città  senza lo zero, più il numero dell'abbonato. Per telefonare in Italia dall'Ungheria comporre lo 0039 seguito dal prefisso della città con lo zero, più il numero dell'abbonato. NORME DOGANALI : Secondo le norme della Tariffa Doganale ungherese il corredo da viaggio del viaggiatore può contenere gli oggetti di abbigliamento ed altri articoli corrispondenti alle giuste necessita personali, non corrispondenti allo scopo commerciale. Essi sono: gioielli personali, 2 macchine fotografiche con 10 rullini, 1 macchina da ripresa con 10 rullini, 1 registratore, 1 computer, attrezzi sportivi ad uso personale, 1/4 di L di acqua di colonia, le persone di età superiore ai 16 anni sono autorizzate a portare con se 500 sigarette o 50 sigari o 250 g di tabacco, 2 L di vino e 1 L di bevande alcoliche. Il viaggiatore può ottenere il ribasso sul diritto doganale fino ad un valore di 19.000 Fiorini. Questa facilitazione non si attua nel caso che il valore di ciascuna delle merci superi i 19.000 Fiorini. Oltre al corredo da viaggio, non si considerano merci commerciali le seguenti quantità 1 L di bevande alcoliche, 1 L di vino, 5 L di birra, 500 sigarette o 100 sigari o 500 g di tabacco, regali per un totale di 5.000 Fiorini. . ORARI BANCHE E NEGOZI: La Banca Nazionale Ungherese è aperta dalle 10.30 alle 14.00, dal lunedi al venerdi le banche commerciali dal lunedi al giovedi alle 8.00 alle 15.00, il venerdì dalle 8.00 alle 13.00, le filiali dell'OTP / Cassa di Risparmio dal lunedi al giovedi dalle 8.00 alle 16.00, il venerdi alle 8.00 alle 13.00. I negozi alimentari, i supermercati sono aperti dal lunedi al venerdi alle 7.00 alle 19.00, sabato invece dalle 7.00 alle 13.00. Domenica sono aperti solo alcuni supermercati e qualche negozio privato, tra cui si trovano in numero sempre maggiore quelli che fanno un orario non-stop. I negozi di articoli vari sono aperti dalle 10.00 alle 18.00, dal lunedì al venerdi il sabato in genere dalle 9.00 alle 13.00. Alcuni magazzini giovedi sono aperti fino alle 20.00. Gli Uffici postali sono aperti dalle 8.00 alle 18.00.

1°Gennaio: Capodanno 15 marzo: Festa nazionale
24  Aprile 2011: Pasqua  -   25 Aprile 2011: Lunedi di Pasqua
1° maggio: Festa dei lavoratori
20 agosto: Festa della Costituzione
23 ottobre: Giornata della Repubblica
24 Dicembre 25 dicembre: Natale  26 dicembre: Santo Stefano

Il Danubio attraversa Budapest separando i due antichi borghi della città Buda e Pest. Si può cominciare il giro della città;da Buda salendo fino alla collina della Fortezza nel centro storico. Sulla piazza della SS. Trinità si può ammirare la chiesa di S. Mattia in stile neogotico. Dietro la chiesa si erge il Bastione dei Pescatori che risale alla fine del secolo scorso con le sue sette torri. Durante una passeggiata per le pittoresche stradine del quartiere centrale, si possono scoprire i pregevoli edifici barocchi restaurati, mentre se si vuole conoscere la parte medievale di Buda bisogna dirigersi verso la Uri utca. Il complesso architettonico del Palazzo Reale conserva ben sette secoli di storia ed attualmente ospita quattro musei, fra cui il Museo Storico di Budapest e la Galleria Nazionale. Per visitare l'altra parte della città vale a dire Pest, si può attraversare a piedi o con i mezzi pubblici il Ponte delle Catene e raggiungere dapprima il Caffè Gerbeaud uno dei luoghi più eleganti dell'epoca dell'Impero austro-ungarico, quindi dedicarsi allo shopping lungo la via pedonale Vàci utca. Da vedere anche la Basilica di Santo Stefano, l'edificio del Parlamento, la chiesa dei Francescani, la Parrocchia del centro e il Parco Comunale il Vàliget. Altri musei da visitare a Budapest sono il Museo Nazionale Ungherese (Pest), il Museo delle Belle Arti (Pest), la Collezione d'Arte Sacra nella chiesa di S. Mattia. Al centro del Danubio attende il turista l'isola Margherita, una splendida oasi verde con giardini sempre ben curati, immerse nella vegetazione si trovano le rovine di un monastero domenicano del XIII sec., e inoltre le rovine della chiesa francescana. Un viaggio a Budapest è anche un'occasione per dedicare un po' del proprio tempo ad una rilassante seduta presso i famosi bagni termali, rinomati già al tempo dei Romani. Gli esempi più belli sono le terme Kirà Rudas e Rà L'Ungheria è un Paese ricco di fascino e di tradizione, una terra che ha saputo conservare e valorizzare il suo vasto patrimonio naturale. Partendo infatti da Budapest in qualsiasi direzione, si raggiungono con un breve viaggio di un'ora circa, suggestivi paesaggi. La capitale è infatti circondata da meraviglie naturali, orti botanici, riserve, villaggi, antichi monumenti storici. L'itinerario più frequentato ci spinge verso nord, per visitare l'Ansa del Danubio, tra i monti Pilis e quelli di Borzsony. Qui è possibile sciare, andare in bicicletta, fare escursioni a piedi oppure passaggiare nel Giardino Botanico di Vࣲലt, che ospita delle rarità floreali, mentre ad Ocsa si può atraversare un singolare bosco paludoso. Consigliamo inoltre di soffermarsi a Tata anche solo per una breve visita, per ammirare la Città vecchia, le sue meraviglie barocche con la Chiesa Grande al centro, la Fortezza d'acqua, il primo parco inglese del Paese, il Palazzo Esterhà  ed i vecchi mulini ad acqua. I dintorni di Budapest conservano reperti che risalgono all'età del ferro, come i tumuli di Szàalombatta e i fossili di piante e animali ritrovati nelle deposizioni di pietra arenaria a sud-est, datati approssimativamente intorno ai 20 milioni di anni. A Visegràd si può ammirare l'acropoli, la Torre di Salomone e il Palazzo Reale, a Esztergom la Cattedrale e il Museo Cristiano, a Szentendre, città indimenticabile, il Museo delle Ceramiche, il Museo Etnografico all'aperto, la chiesa ortodossa serba, la Cattedrale di Belgrado in stile Barocco-rococò la chiesa parrocchiale in stile gotico con frammenti di affreschi medievali, la casa di Nikolics in stile tardo barocco e numerose altre chiese barocche. La Grande Pianura della "Puszta" una delle regioni più variopinte dell'Ungheria. Si può visitare il Parco Nazionale dell' Hortobà ed il fiume Tibisco,

da non perdere le città antiche degli aiducchi e le bellissime chiesette della regione dell'Alto Tibisco. Le riserve più frequentate della Grande Pianura Meridionale sono: il Parco Nazionale di Kiskunsà il Giardino Botanico di Szarvas, le zone Ambientali di Pusztaszer, M಴鬹, Csereboké   e delle Puszte di Pitvaros. Il lago Kolon è f¦amoso per il suo canneto e per le nove specie di orchidee che crescono nei dintorni. Da non perdere lo spettacolo della Puszta di Bugac. Szeged il centro più importante della zona. I palazzi e le residenze nobiliari della Grande Pianura Meridionale sono un patrimonio architettonico di tutto rispetto, offrendo esempi che vanno dal gotico all'eclettismo. Fra le curiosità artistiche e popolari della regione settentrionale, è doveroso ricordare la città di Eger per la sua famosa Biblioteca barocca e perché la storia della città è  strettamente intrecciata con la viticoltura, con l'enologia e il consumo del vino, prodotto nella zona ai piedi dei Mà´²a. Nella patria del famoso vino "Sangue di toro di Eger", si rievocano annualmente gli antichi costumi della vendemmia. Sono avvenimenti del tutto particolari che si possono vedere solo in questa regione, come la cerimonia d'investitura del "generale del vino" e la partecipazione alle feste dell'ordine cavalleresco del vino nominato "Vinum Agriense". Da vedere inoltre il Museo del Castello di Eger, la Basilica, il Minareto e la chiesa serba. L'Ungheria settentrionale è ricca di castelli che rievocano le passate epoche storiche, oltre al castello di Eger, ricordiamo quello di Diò³§¹or, quello di Hollò«¯¬ di Boldogko e di Fuzér Altre città antiche che meritano di essere ricordate sono Sopron, Gyor, Fertod e Koszeg nell'Oltre danubio occidentale. L'architettura ha saputo lasciare nelle varie epoche tracce di notevole bellezza in molte zone del Paese, dal castrum romano Aquincum alla Cattedrale romanica di J૬ dal palazzo Eszterhູ in stile rococò a Fertod al Municipio liberty di Kecskemét La parte meridionale della Pannonia è una delle zone più belle dell'Ungheria, il Transdanubio meridionale infatti è un susseguirsi di monti selvaggi, fitte valli, pianure e boschi, da vedere le rocce granitiche nei dintorni di Mò§y, i monti di Mecsek, il bosco acquitrinoso di Gemenc. Le città più importanti della zona sono Pécs   (Mausoleo Paleocristiano), Kaposvàr Szeksàzard.   Il Balaton è il lago più grande dell'Europa centrale ed è anche la meta turistica più frequentata del Paese. E' il luogo ideale per chi intende praticare nuoto, vela, windsurf e sci nautico, e per una vacanza termale. Sulla punta nord-ovest del lago si trova Keszthely, la città più vecchia del Balaton, con le sue magnifiche spiagge, le vecchie vie caratteristiche e il castello barocco. Il Paese è inoltre ricco di acque termali, soprattutto nella zona dell'Oltre danubio occidentale. Sàla  è una delle acque termali più pregiate del Paese.  

Scorrendo il calendario degli eventi ungheresi, risalta con evidenza l'estrema varietà delle proposte del Paese, dai festival di musica classica ai balletti, dalle manifestazioni folkloristiche alla gastronomia. Con il tradizionale Concerto di Capodanno Budapest dà il benvenuto al nuovo anno. Chi si interessa alla vita culturale ebraica, può seguire dal 1° gennaio al 31 dicembre sempre nella capitale i Concerti di Musica Classica con programmi folkloristici ebrei. Nel mese di febbraio Debrecen festeggerà il Carnevale di Hajdusag. Sempre nel periodo di Carnevale a Gyor nel bellissimo palazzo Zichy della città barocca si tiene una delle più spettacolari feste carnevalesche del Paese. Il 14 febbraio nel periodo di Carnevale i Busò Mohàr nelle loro maschere di aspetto pauroso, si aggirano per la città e facendo un gran baccano, viene organizzata inoltre una festa per il seppellimento dell'inverno ed il benvenuto della primavera che termina il martedì grasso con il funerale del Carnevale. La bellissima chiesa gotica del Castello di Buda ospita un ricco programma di concerti di musica classica da febbraio fino a dicembre. Segnaliamo in particolare i Concerti di Primavera, l'Oratorio di Maggio e il Festival Musicale di Natale e Capodanno.  Durante il mese di marzo la capitale ospita il tradizionale Festival della Primavera di Budapest. Nello stesso periodo si svolge Interfolk danza, il IV Festival di Arte Popolare Folkloristico. Considerate uno degli incontri più grandi e di più alto livello dell'Europa centrale-orientale, le Giornate Jazz di Debrecen si tengono nella città di  Debrecen poco dopo la metà di marzo. Szentendre è il più grande museo all'aperto dell'Ungheria, che attende i visitatori dalla primavera all'autunno con ricchi programmi folkloristici, giornate come quella dedicata a S. Giorgio, le feste di maggio, di Pentecoste, la mietitura, la festa del vino ed altri eventi. La Pasqua è è una vera e propria festa a Holloko che organizza per l'occasione il Festival di Pasqua. Un festival che ha molta rilevanza nel variegato panorama dell'Europa Orientale, è il Festival Multiculturale di Gyor e Hé¥rvà tra fine aprile e i primi di maggio. Una manifestazione culturale di grande prestigio il XVI Festival Internazionale Dixieland a Salgòrjà la prima decade di maggio, e i primi di luglio a Miskolc al Castello di Diòor. Nel Giardino del Museo Nazionale di Budapest a metà maggio si svolge la Festa Maggiaiola dei Musei, con concerti di musica classica e leggera, e una fiera degli artigiani. Molto suggestive le Feste di Pentecoste a Magyarpolàr  nella seconda metà di maggio, la rappresentazione storica e musicale si svolge in costume d'epoca lungo le strade del villaggio. Alla fine di maggio a Miskolc si tengono i XV Giochi al Castello di Diòor, una manifestazione collegata con la Giornata dell'Infanzia con esibizioni varie, delizie gastronomiche e una cena medievale. Il mese di giugno e nei mesi successivi il calendario artistico offre un'intensa attività culturale:  VIII World Music Festival di Budapest in giugno,

L'Estate di Szentendre che si protrae fino ad agosto, il Festival Europeo di Musica di Klezmer i primi di giugno, il Festival Folk-Carnevale Danubio nella prima metà di giugno, la Gara Internazionale di Danza Savaria a Szombathely in giugno, il Festival di Ferencvàros a Budapest da metà di giugno a metà luglio, l'Estate di Gyor con il Festival Culturale Internazionale da metà giugno a metà luglio, le Settimane di Festival di Sopron da metà giugno a metà luglio, l'Estate di Abadszalok da metà giugno a fine agosto, la Settimana del Drago Alato-Festival Internazionale del Teatro di Strada da fine giugno ai primi di luglio a Nyirbator, Teatro al Castello di Gyula dal 1° luglio al 15 agosto nel cortile dell'unico castello di mattoni rimasto intatto dell'Europa Centrale, il Festival Internazionale Folkloristico "Conca d'Oro" a Siòfok durante la prima metà di  luglio, il Festival della Zuppa di Pesce nella capitale della zuppa di pesce-Festa popolare a Baja il 10 luglio, il Festival Folkloristico Danubiano a Kalocsa, a Baja e Szekszard a metà luglio, i Giochi Internazionali nel Palazzo di Visegràd a metà luglio con un torneo cavalleresco, la musica medievale, i costumi dell'epoca dei regnati ungheresi, l'Estate Pannonica-Festival Artistico di Pécs Tettye a  Pécs  da metà luglio ai primi di agosto, i Festeggiamenti nel Castello di Eger la terza decade di luglio durante i quali si confrontano i cavalieri ungheresi e stranieri nei costumi medievali, con musica medievale, balli di corte e prelibati piatti medievali, nella stessa città tra fine luglio e i primi di agosto le Settimane Festive nella barocca Eger-Concerti di Musica Barocca, il Ballo di Anna il 24 luglio a Balatonfured che vanta un passato di circa duecento anni nonché il più grande avvenimento della stagione estiva del Balaton, lo stesso giorno l'Incontro Folkloristico al Balaton a Balatonfoldvàr il Festival Csàbò a  Jaszberén  tra fine luglio e i primi di agosto, il Festival di Sziget a Budapest Isola Obuda in agosto una delle più grandi manifestazioni culturali della gioventù del  nostro continente, in agosto a Budapest il Festival Estivo di Opera e Balletto, per due settimane in agosto le Settimane del Vino a Balatonfured. Concludono l'estate le seguenti manifestazioni: i Giochi all'Aperto Iseum a Szombathely a metà agosto, le Giornate Folkloristiche Internazionali a Sàla nella seconda metà di agosto, il Carnevale dei Fiori di Debrecen il 20 agosto con una variopinta sfilata di carri addobbati di fiori e fuochi d'artificio, la Festa dei Mestieri dal 20 al 22 agosto a Budapest, il Festival Estivo Ebreo da fine agosto ai primi di settembre, il Festival Haydn dell'Associazione Ungherese Haydn in onore del Millennio i primi di settembre al Castello Esterhູ di Fertod, il IX Festival Internazionale del Vino nella capitale i primi di settembre. In autunno dal 1° al 31 ottobre si terrà a Gyor il Festival Artistico delle Nostalgie Barocche, durante la prima decade di ottobre grandi orchestre ungheresi, austriache, tedesche, croate e slovene si confrontano nelle località belle di Pécs -Baranya per il Festival Internazionale Big Band. A metà ottobre per la manifestazione Musica e Storia-Festival Musicale di Castelli e Cattedrali, nei vari castelli e nelle varie cattedrali del Paese si esibiscono cori ungheresi e tedeschi. Da metà ottobre al 1° novembre a Budapest si svolge il Festival d'Autunno di Budapest. Il 2000 ha per gli ungheresi un significato del tutto particolare, il Paese infatti celebra il millesimo anniversario della fondazione dello Stato. In gennaio si è svolto il Festival dell'Opera di Budapest, sempre nella capitale dal 13 al 17 gennaio il II Festival Internazionale del Circo, dall'11 al 3 aprile il Festival della Primavera di Budapest-Festival Panculturale delle Arti Culturali in varie località Budapest, Debrecen, Godollo, Gyor, Kaposvàr  Kecskemét  Sopron, Szentendre, Szombathely, in estate dall'8 al 20 agosto si tiene nella capitale il Festival Estivo dell'Opera e del Balletto, dal 19 al 21 agosto la Festa dei Mestieri-Festa dei Mestieri del Mondo a Budapest . CUCINA I piatti caratteristici ungheresi vengono preparati con l'aggiunta di ingredienti piccanti, come la paprika rossa, ed inoltre il peperone, la cipolla, il pomodoro. Il famoso "Gulasch" è appunto uno dei piatti tipici della cucina ungherese, a base di manzo, con verdure, patate e uno speciale tipo di pasta alla farina. Di solito viene cotto in un paiolo sul fuoco all'aperto. Altre specialità sono il pollo alla paprika con gnocchi, il cavolo farcito con un ripieno di carne mescolata a riso, cotto in una salsa saporita. Tra le zuppe bisogna menzionare la famosa zuppa di pesce, fatta con vari pesci e l'altra specialità è il brodo di pollo con numerose verdure. Un piatto molto delicato è la  pasta con la ricotta, la panna acida e il lardo arrosto. Un'altra specialità è  il dolce "Ré´¥s", una pasta sottilissima riempita con amarasca, ricotta, papavero. Lungo il Danubio si prepara la carpa con lardo e panna acida. Vale la pena inoltre assaggiare il "Derelye", una pasta tipo ravioli riempita di marmellata di prugna, e gli gnocchi di mela. Tra i vini il più famoso è il Tokaj. Nel già citato Caffè gerbeaud della capitale si può assaggiare la squisita torta al caffè   caramello capolavoro dell'arte culinaria ungherese.

Le merci tipicamente ungheresi sono molto varie. Tra gli oggetti di folklore ci sono i ricami di Kalocsa (a colori o in bianco), i ricami e le camicie "matyò gli oggetti di ceramica nera, gli intagli in legno, i vasi con verniciatura a smalto, le brocche "Miska", le tele casalinghe di "Sಫoz", le stoffe a tintura azzurra. Fra gli oggetti di arte applicata, sono particolarmente pregiate le porcellane Zsolnay e Herend e gli oggetti di cristallo al piombo. I generi alimentari vantano gustosi cibi, spezie e bevande da riportare in Italia: il fegato d'oca, il salame Pick, il salame Hertz, la paprika rossa di Kalocsa e di Szeged, l'amarasca al cognac, il vino passito di Tokaj, l'acquavite di ciliegia o di albicocca, lo spumante Torley, Zwack Unicum. La via pedonale Vàci utca a Pest è il tempio dello shopping, offre gioielli esclusivi, ceramiche, ricami, abiti firmati. I più interessanti mercatini di Budapest sono quelli di Feny utca, Lehel ter, Bosnyak ter e piazza Dimitrov, quest'ultimo in particolare è il più fornito dei Paesi dell'Est. Coloratissimi i Mercatini delle pulci più in della  capitale (Ecseri e Jozsefvarosi) offrono svariate opportunità per concludere ottimi affari.

Sono sicuro che se provate a scoprire il fascino misterioso e romantico dell'Ungheria, non vorreste più ripartire

Collegamenti aerei  I collegamenti aerei con l'Italia sono effettuati dalle Compagnie di bandiera nazionali Malev e Alitalia. Budapest è collegata con voli giornalieri diretti a Milano, Roma. I due terminals dell'aeroporto internazionale di Ferihegy 1 e Ferihegy 2 sitrovano rispettivamente a 16 e a 25 km a sud est di Budapest. L'autobus 93 fa la spola tra i terminal 1 e 2 ed il capolinea del metrò il biglietto si acquista a terra presso i distributori automatici). Esiste anche il servizio Airport Minibus verso qualsiasi indirizzo della capitale. Al ritorno, per raggiungere l'aeroporto, è possibile farsi passare a prendere. Il biglietto si acquista al banco del LRI Airport Passanger Service(zona doganale e sala d'aspetto) oppure si prenota al seguente numero telefonico: 296/8555 (con la Budapest Card tariffa scontata).  C'è anche un servizio di autobus dell'aeroporto che partono dai due terminali eraggiungono Piazza Erzsét, in centro a Budapest (il biglietto si acquista a bordo). Durata del volo. Milano-Budapest 1 h 45'; Roma-Budapest 2 h. Collegamenti ferroviari Accessi ferroviari. Non esistono linee dirette da Milano e Roma. I principali collegamenti (con cambi previsti  a Verona/Venezia/Kufstein/Vienna)sono:Roma - Bologna - Venezia - Trieste - Zagabria - Budapest, in 24/25 ore;Roma- Padova - Venezia - Vienna - Budapest (26/27 ore);Milano - Padova - Venezia -Trieste - Zagabria - Budapest (in 1 5 ore);Milano - Verona - Kufstein - Vienna -Budapest (in 15/16 ore).
Le Ferrovie Statali Magiare, MAV-Mayar Allami Vasutak, gestiscono una retecentralizzata di 13.908 km, collegante tutte le maggiori cittমbsp;Â¥ icentri turistici piu frequentati; i trasporti piu rapidi sono effettuati daitreni Intercity, e direttissimi, gyorsvonat. Sito web: http://www.mav.hu, E-mail:informacio@mav.hu.Rail-Bus . Una rete di servizio minibus opera presso l'areaarrivi delle stazioni. Consente ai passeggeri dei treni di raggiungere qualsiasi indirizzo inUngheria.Treno Nostalgia. Lungo le rive del lago Balaton e sull'ansa delDanubio, da aprile/maggio a settembre è operativo un"treno-nostalgia" con locomotiva a vapore; per informazioni, MavNosztalgia Kft., 1056 Budapest, Belgrᤦnbsp;Rakpart 26,tel./fax.36-1-3171665;SitoInternet:http://www.miwo.hu/old_trains, E-mail:nostalgia_trains@mail.matav.hu. Trenini a scartamento ridotto. Piu  di 15linee a scartamento ridotto attraversano per 380 km, passando per monti e per valli, i piu bei paesaggi ungheresi. Per informazioni contattare l'Ufficio del Turismo. Le principali agevolazioni, in vendita sul posto, comprendono:abbonamento turistico, per viaggi illimitati sulle linee interne, valido anche sui treni rapidi e direttissimi anche con l'interruzione del viaggio, della durata di 7-10 giorni; abbonamento sul lago Balaton, Lepseny - Siofok - Fonyod -Balatonszentgyorgy - Keszthely - Tapolca - Balatonfured - Csajag - Lepseny. valido 1 giorno.  Centro informazioni delle Ferrovie dello Stato ungherese:tel.1-4615400 (collegamenti nazionali), tel. 1-4615500-322-8405 (collegamenti internazionali). Informazioni sulla vendita dei biglietti: MAV, ufficio biglietti, Budapest VI, Andrassy ut 35, tel./fax 322-8405 (apertura: da aprile a fine settembre dal lunedì al  venerdì dalle 9 alle 18; da ottobre a marzo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17). Le principali facilitazioni ferroviarie, in vendita in Italia presso le FS e le agenzie abilitate all'emissione sono: Euro Domino, tessera di libera circolazione nei Paesie uropei con tagliandi per 3, 5 e 10 giorni, scelti nell'arco di un mese, sia in1° che in 2° classe, più  sconto del 25% dalla stazione di partenza fino al confine. Consente l'esenzione del pagamento dei supplementi per treni IC, EC, TGV. I tagliandi possono essere rilasciati agli adulti (oltre i 26anni), ai ragazzi (da 4 ai 12 anni, a metà prezzo) e ai giovani fino ai 26 anni(Euro Domino Junior). Rail Plus, è µna tessera nominativa per chi ha compiuto 60 anni valida per un anno che dà diritto allo sconto del25% sul prezzo dei biglietti diretti internazionali sia di 1a che di 2a classe sui percorsi delle Reti che aderiscono all'iniziativa. Inter-Rail, tessera di libera circolazione di 2  classe, che permette ai giovani fino ai 26 annidi viaggiare nei Paesi europei partecipanti all'offerta. Valevole un mese o 15giorni, secondo le zone scelte, permette inoltre di acquistare biglietti a prezzi ridotti sui percorsi dal luogo di residenza fino al confine. L'Inter RailGlobale permette di viaggiare liberamente in tutti i paesi delle otto zone disponibili. Inter Rail + 26, nuova tessera rivolta alla clientela di oltre 26anni con le stesse caratteristiche di Inter Rail 26, ma con tariffe differenti. Per informazioni Sito Internet:
http://www.fs-on-line.it.BigliettiBIGE (BIJ): per i giovani al di sotto dei 26 anni, solo per la seconda classe,danno diritto a sconti su tutte le linee per numerose destinazioni. Mezzi di trasporto interni   PULLMAN:I servizi automobilistici integrano e completano i trasporti ferroviari. Lelocalità italiane collegate sono: Milano, Riccione, Rimini, Torino, Venezia,Verona, Bibione, Lido di Jesolo, Lignano, Bologna, Firenze, Roma, Ravenna,Brescia.A Budapest ci sono tre stazioni dei pullman: la stazione centrale inErzsébet Tér  da cui partono i pullman per la regione Transdanubiana; l'autostazione Nép stadion, Budapest XIV, angolo Hungaria Kííµ´-KerepesiUtja da cui partono i pullman per la zona ad ovest del Danubio; per raggiungere l'ansa del Danubio, i pullman partono dall'estremità del ponte Arpad, a Pest. Notizie per l'automobilista Vie d'accesso stradale. Trieste - Fernetti - frontiera I/SLO- Senozece - Razdrto - percorso autostradale per Postumia - Lubiana - frontieraSLO/CRO - termine autostrada - Zagabria - Varazdin - frontiera CRO/H - Letenye -Nagykanizsa - Balatonkeresztur - Balatonfoldvar - ingresso autostrada - percorsoautostradale per Budapest...km 596. Chi proviene da Vienna può raggiungere l'Ungheriaattraverso il valico Nickelsdorf-Hegyeshalom, a 70 km da Vienna. Documenti per l'automobilista. Patente, carta di circolazione e Carta Verde obbligatoria. Pneumatici chiodati. Vietati. Uso consentito delle catene da neve unicamente se la strada è innevata. Limiti di velocità 50 km/h nei centri abitati, 80 km/h sulle provinciali, 100km/h sulle nazionali e 120 km/h in autostrada. Carburante. Il turista può acquistare ovunque il carburante (tranne quello con piombo, non piu in vendita), ma solo alcune stazioni di rifornimento accettano il pagamento tramite Eurocard. Non vi sono più buoni-benzina. La benzina senza piombo è venduta presso tutte le stazioni di servizio, ed segnalata con un cartello bianco con bordo blu con un disegno di un distributore verde. La maggioranza delle pompe di benzina è aperta dalle 6 alle 20, mentre lungo le autostrade e nelle grandi città apertura è continuata. L'importazione di una riserva tanica di carburante è vietata.
Sigla automobilistica. H. Rete stradale. L'Ungheria possiede circa km 30000 di strade. Le autostrade sono segnalate con la lettera M, le strade internazionali con la lettera E, mentre le strade provinciali sono indicate da due o tre cifre.Fra le 8 strade principali, 7 partono da Budapest. Sono in esercizio leautostrade M7 tra Budapest e Zamárdi, sul Balaton (km 110), M1 tra Budapest eGyor-Hegyeshalom (160 km, confine con l'Austria), M3 (sono aperti i primi 100km, fino a Fí²ªíµ³abony, dell'autostrada da Budapest a Miskolc) e M5 traBudapest e Kiskunfé ¥gyhá (i primi 96 km dell'autostrada da Budapest a Szeged).La M5 è a  pedaggio. Con la recente apertura del tratto sud della tangenziale M0 che collega le autostrade M7 e M1 è nettamente migliorato il traffico in uscita da Budapest diretto al Balaton (M7) e a Vienna e Bratislava (M1). Le strade contrassegnate da cifre sono in genere buone, rivestite di manto antipolvere e con ottima segnaletica di tipo internazionale; l'orografia del Paese non crea particolar i problemi di pendenza o di percorsi tortuosi.
Le strade senza numero sono meno buone, strette, spesso senza rivestimento e scarsa segnaletica: su queste occorre usare particolare prudenza. In provincia circolano spesso sulle strade carri e biciclette e, pertanto, è consigliata prudenza dovunque. Le autostrade, per un totale di 309 km, generalmente senza pedaggio, sono segnalate da cartelli verdi con lettere bianche e designate dalle lettere M o E. Si dividono nei seguenti tronchi: M0: Route No.2 - 2A -  M3M1: Budapest-Hegyeshalom: è a  pagamento M3: Budapest-Fííµabony: è a pagamento M5: Budapest-Kiskunf鬥gyhạ (con pedaggio da pagarsi ai caselli); M7: Budapest-Balatonaliga. Le autostrade M1 e M7 hanno 20 km incomune. M15: Hegyeshalom - Rajka. Al momento è utilizzabile solo una parteperché in costruzione. Attenzione: Dal 2 gennaio 2000 il sistema di pedaggio delle autostrade ungheresi è cambiato. Serve infatti un contrassegno adesivo per le autostrade M1 e M3(l'autostrada M5 resta a pedaggio con i caselli e la M7 resta gratuita). I contrassegni, settimanali (validi per 9 giorni), mensili e annuali, si possono acquistare presso l'ufficio Hegyeshalom (al confine austro-ungarico) del MAK eOAMTC, presso alcuni uffici postali e le stazioni di servizio all'entrata delle autostrade. L'uso del contrassegno è obbligatorio. Norme di circolazione. La segnaletica è d tipo internazionale. È  vietato l'uso di alcolici per chi è alla guida (tasso di alcolemia consentito dello 0,00%). I bambini di altezza inferiore al metro e mezzo possono viaggiare sul sedile anteriore, solo con cintura apposita, a patto che non vi sia l'airbag. Nelle auto che ne sono provviste è obbligatorio allacciare le cinture di sicurezza sui sedilianteriori, mentre su quelli posteriori solo fuori dai centri abitati. I fari anabbaglianti devono restare accesi anche durante il giorno fuori dai centri abitati per le auto e dovunque per moto e ciclomotori. È indispensabile tenerein auto un triangolo di emergenza. Per i motociclisti e gli eventuali passeggeri è richiesto il casco. Nel centro di Budapest è vietata la circolazione agli automobilisti non residenti in due zone: il quartiere Castello e l'isola Margherita, entrambe raggiungibili con servizi di autobus (rispettivamente nr.16e nr.26). È vietato l'uso di segnali acustici nei centri abitati. La macchina parcheggiata in zona vietata o dopo la scadenza del tempo concesso dal parchimetro può essere prelevata dalla polizia stradale; in tal caso occorre rivolgersi, per Budapest, al seguente indirizzo: 1053 Budapest, Akadéhy; u.1-3, tel. 3321530.
Autostop. È consentito eccetto che sulle autostrade. Esiste un'organizzazione che mette in contatto automobilisti e autostoppisti: Utitars K ozvetito Iroda,Bakatster 9, 1029 Budapest, tel.1/1377124. L'autista è coperto dalla RC del proprietario del veicolo. Trasporti pubblici  Trasporti pubblici urbani Nelle tabaccherie, stazioni di metrò e presso i chiostri sono in vendita biglietti gialli validi per tram, filobus, ferrovia suburbana e per le tre linee di metropolitana (gialla, la più antica e decorata, rossa e azzurra) e biglietti blu per gli autobus. Il biglietto singolo, acquistabile anche in vettura, è disponibile anche per 10 e per 20 viaggi. I servizi rapidi di tram (indicati dauna E seguita da numeri rossi) circolano da capolinea a capolinea senza fermate intermedie. I biglietti giornalieri di libera circolazione sono disponibili anche per 3 gg. e per 1 settimana. Esistono ulteriori agevolazioni per famiglie,bambini, giovani, ecc. Se ci si reca fuori dal confine di Budapest, i biglietti sugli autobus valgono fino al capolinea; sulla linea HEV (servizio di ferroviasuburbana), se si oltrepassa il confine di Budapest, è necessario un biglietto supplementare. Inoltre esistono altri mezzi di trasporto, decisamente meno usuali, nella capitale: la funicolare da Clark Adàhy tér (ponte delleCatene) a Szent Gí té (Palazzo Reale) la ferrovia a cremagliera da Vàsmajoralla collina di Széenyi la ferrovia per bambini sul Monte Széenyi a Hísvíí¹(Valle Fresca) la seggiovia Libegíí Zugligeti al Monte Jàcs (torre panoramica, m 526) Bringo-Hinto: veicolo speciale a pedali, a 2-6 posti, da noleggiare nell'Isola Margherita.
 Budapest Kartya/Card. (Budapest tessera). È una tessera di libera circolazione valida per 2/3 giorni su tutti i mezzi pubblici ed include giro città  metà prezzo, l'ingresso a 55 musei e alcuni monumenti d'arte, sconti del 55% per spettacoli, terme, negozi, ristoranti, servizio Airport Minibus, ecc. + una guida di 100 pagine che illustra tutti i servizi offerti dalla carta. E'disponibile per 2 o 3 giorni. Il minore di 14 anni, accompagnato da un possessore della tessera non paga. La tessera  è acquistabile presso uffici turistici, alberghi, ostelli, musei, agenzie di viaggio e biglietterie dimezzi pubblici. Biciclette L'Ungheria dispone attualmente di circa 1200chilometri di piste ciclabili, ma l'obiettivo è quello di sviluppare una rete di 2000 chilometri entro l'anno 2000, visto l'interesse crescente nei confronti di questo tipo di turismo attivo. I percorsi più effettuati sono quelli attorno al lago Tisza, lungo le rive del Danubio, lungo il lago Balaton. Presso l'Ufficio del Turismo Ungherese è disponibile un pieghevole dal titolo "In bicicletta per l'Ungheria" con varie proposte di escursioni in bici e notizie utili. Maggiori informazioni possono essere richieste presso il TOURINFORM di Budapest. In tutte le linee delle Ferrovie dello Stato Ungherese -eccetto sui treni Intercity ed Eurocity - si assicura il viaggio, in carrozze assegnate a questo scopo, insieme con la bicicletta. Oltre al biglietto ferroviario si deve comprare un biglietto complementare per la bicicletta, il cui prezzo corrisponde al 25% di quello regolare. Traghetti Un traghetto con trasporto vetture e passeggeri attraversa il Danubio da Sturovo (Slovacchia) a Esztergom, mentre da aprile a ottobre c'è anche un servizio di aliscafo tra Budapest a Vienna con sosta anche a Bratislava. I maggiori centri del Lago Balaton sono serviti, da fine giugno e inizio settembre, da battelli con musica.Per informazioni rivolgersi alla navigazione lacustre della Mahart a Siòfok, Hajoallomas (porto), tel. 84-310050. Tra Tihany e Szantod operano servizi di traghetto con trasporto auto dalle 6.30 alle 24.

Capitale

Budapest

Superficie

93.033 kmq

Abitanti

10.277.000

Abitanti capitale

1.885.000

Densità di popolazione

110 ab./kmq (distribuzione irregolare)

Religione

Cattolici, protestanti (calvinisti, luterani), ortodossi, ebrei

Situata nel cuore dell'Europa centrale, l'Ungheria confina a N con la Repubblica Slovacca, a NE con l'Ucraina, a E con la Romania, a S e SO con la Serbia, Croazia e Slovenia, a O con l'Austria. Il territorio è prevalentemente pianeggiante con complessi di colline e montagne di media altezza: mentre al confine con l'Austria si elevano gli ultimo contrafforti del sistema alpino, a nord-est dell'ansa del Danubio ci sono i monti Matra, i Bukk, il massiccio di Borzsony e le alture di Hegyalja. L'Ungheria è attraversata per 430 km dal Danubio e per un lungo tratto dal Tibisco, suo maggiore affluente; in territorio ungherese scorrono in parte anche la Drava, il Koros e il Maros. La regione pianeggiante ad est del Danubio è detta Alfold mentre, ad est del Tibisco, il Trans tibisco è una pianura assai fertile, la steppa ungherese o puszta. A sud ovest si apre la conca del lago Balaton, il più grande dell'Europa centrale.   Clima I monti che cingono l'Ungheria determinano nel Paese tre aree climatiche:mediterranea a sud, continentale ad est ed atlantica ad ovest. Complessivamente il clima è temperato variabile con notevoli differenze di temperatura tra estate ed inverno,scarsa piovosità estiva, frequenti temporali. Le precipitazioni sono concentrate prevalentemente in giugno-luglio e settembre-ottobre. L'estate è molto calda e a Budapest si raggiungono anche i35°C. L'inverno rigido ha frequenti nevicate, ma le temperature minime sono mitigate dai Carpazi che impediscono l'arrivo delle fredde correnti polari. Ora L’ora ungherese è quella dell’Europa centrale ed è uguale a quella italiana. Quando in Italia è in vigore l’ora legale lo è anche in Ungheria.  Lingua  La lingua ufficiale dell'Ungheria è l'ungherese appartenente alla famiglia ugro-finnica. Non essendo una lingua indoeuropea ha scarsissimi legami e somiglianze con italiano, inglese e francese. L'inglese non'è molto usato fuori Budapest, molto meglio utilizzare il tedesco. L'italiano comincia ad essere conosciuto grazie al diffondersi del turismo, pressoché ignoti il francese e lo spagnolo mentre il russo, anche qualora lo si conoscesse, è meglio far finta di non saperlo affatto. Quando andare:Il periodo migliore per un viaggio in Ungheria è la primavera anche se piuttosto piovosa in maggio. L'estate è lunga, calda e soleggiata (in agosto Budapest si ferma) mentre l'autunno è un periodo piacevole soprattutto sulle colline nei dintorni della capitale e sulle alture dei Matra e dei Bukk dove la vegetazione assume colori stupendi. L'inverno può riservare giornate luminose ma il freddo si fa sentire e molti luoghi d'interesse turistico chiudono. Burocrazia e visti Per entrare in Ungheria al cittadino italiano è necessario la carta d’identità valida per l’espatrio. I minori di15anni devono essere iscritti nel passaporto del genitore con cui viaggiano. Telefono Per telefonare dall'Italia in Ungheria bisogna comporre lo 0036 seguito dal prefisso della località senza lo 0 e dal numero desiderato. Per telefonare dall'Ungheria in Italia bisogna comporre lo 0039 seguito dal numero dell'abbonato desiderato. Conviene effettuare le chiamate internazionali dai telefoni pubblici anziché dagli alberghi in quanto il loro costo risulta inferiore; le tessere telefoniche si possono acquistare negli uffici postali o presso le edicole e le tabaccherie. E possibile anche chiamare in Italia con chiamata a carico del destinatario componendo lo 06 e digitando, dopo il segnale di libero 80003911. La rete GSM è operativa ma non copre l'intero paese.Da mettere in valigia  Abbigliamento pratico ed informale, qualche capo pesante per la sera anche in estate, scarpe comode, un impermeabile o un ombrello, farmacia da viaggio, un insettifugo.Elettricità La corrente elettrica è a 220 volt, le prese sono a due buchi. Moneta, carta di credito e cambio La moneta ufficiale dell'Ungheria è il fiorino ungherese (1euro = 245,71 fiorini). Si cambiano comodamente dollari ed euro presso gli sportelli delle banche(lun-ven8.30 -15),gli uffici postali (lun-ven 8-18, sab8-15), gli uffici di cambio privati e le agenzie di viaggio. Alcuni fanno pagare le commissioni, altri no,quindi cercate questi ultimi. Come forma di pagamento le carte di credito cominciano ad avere una buona diffusione anche in Ungheria pur non essendo ancora di uso comune; a Budapest e nelle principali città si possono utilizzare le carte di credito e i Bancomat per prelevare contante agli sportelli automatici delle banche. Il mercato nero è illegale e niente affatto conveniente: c'è sempre il rischio di ricevere in cambio banconote false. Come arrivare:Voli giornalieri collegano Roma e Milano con Budapest e sono offerti sia da Alitalia (http://www.alitalia.it/) che dalla compagnia di bandiera ungherese Malev Hungarian Airlines (MALÉV).In coincidenza coni voli in partenza dai principali aeroporti italiani Budapest è raggiungibile anche con voli di Austrian Airlines (via Vienna), Lufthansa (viaMonaco o Francoforte) o Swissair (via Zurigo).  L'Ungheria è raggiungibile in treno ogni giorno con partenza da Venezia e arrivoa Budapest dopo circa 14 ore di viaggio (http://www.fs-on-line.com/;info sui treni internazionali in Ungheria attivo 24 ore su 24: tel. 4615500) .Partenze plurisettimanali da Roma-Firenze-Bologna-Venezia per chi voglia raggiungere l'Ungheria in pullman (Eurolines,Via Mercadante 2, Firenze, tel.055-357110; (www.eurolines.it). Da maggio a settembre c'è anche un secondo servizio con partenza da Veneziaalle8 e arrivo a Budapest alle 20.45 oppure con partenza alle 19 e arrivoalle8.45. Partenze anche da Torino - Milano - Brescia-Verona e Padova oltre che da Cattolica-Riccione-Rimini e Ravenna. L'itinerario più comodo per chi voglia arrivare in Ungheria con la propria automobile è costituito dalla tratta Milano-Tarvisio-Vienna - Budapest (1090 km), tutta in autostrada. Leggermente più breve è il percorso Milano-Tarvisio-Graz-Furstenfeld-Rabafuzes-Veszprem-Budapest (980km) in parte su strada statale. Con partenza da Venezia si può attraversare la Slovenia e la Croazia e arrivare alla frontiera ungherese di Letenye ma le strade sono meno scorrevoli. Da Vienna è possibile raggiungere Budapest anche in aliscafo lungo il Danubio (circa 5 h 30 min.); il costo del viaggio è piuttosto alto ( Mahart Passnave Budapest, tel. +36 1 3181704;

In Ungheria non esistono voli interni; in compenso,la rete dei trasporti pubblici è efficiente e poco costosa. Il servizio ferroviario castello della Transilvania nel Parco di Varosliget a Budapestè affidabile, puntuale ed economico ed è conveniente soprattutto perle lunghe percorrenze. Il centro è Budapest da cui partono treni InterCity e Inter Pici verso le maggiori città ungheresi (info sulle linee interne: tel.4615400). Tratte in treno a vapore lungo il lago Balaton durante l'estate permettono di effettuare piacevoli escursioni. I pullman, altrettanto economici,raggiungono anche i villaggi più sperduti e, in base al colore, si distinguono quelli a lunga percorrenza (giallorossi) da quelli che servono paesi più vicini tra loro (gialli). I biglietti solitamente si acquistano direttamente dall'autista del mezzo (info: linee per L'Ungheria occ.,tel.3172318,3172966; linee per l'Ungheria orientale, tel. 2524496, 2524498;linee per l'Ansa del Danubio, tel.3291450). Il mezzo più comodo e veloce per visitare l'Ungheria resta comunque l'automobile. E' possibile noleggiare un'auto presso le agenzie di autonoleggio sia nazionali che internazionali, basta avere almeno 21 anni e possedere la patente di guida da almeno 1 anno. Le strade ungheresi sono in buone condizioni;fuori dei centri abitati è obbligatorio accendere i fari anabbaglianti anche durante il giorno. Attenzione: in Ungheria il livello alcolico permesso è dello 0%il che significa che, prima dimettersi al volante, non è consentito bere nemmeno un bicchiere di birra. I controlli sono severi e viene ritirata immediatamente la patente. La benzina verde (95ott.) costa 219-223fiorini al litro, quella a 98ott. 230 fiorini al litro. Esiste una linea di traghetti tra Budapest ed Esztergom (Danubio), sul Tibisco e sui laghi Balaton e Velence che consente di fare belle escursioni. Sanità:Non è necessaria alcuna vaccinazione al turista che intenda recarsi in Ungheria. L'acqua è generalmente potabile anche se è comunque buona norma rispettare sempre le più elementari regole igieniche. Un certo fastidio è dato dalla presenza di zanzare in particolare nelle zone intorno al fiume Tibiscoe ai laghi Tisza, Balaton e Velence per cui si consiglia di munirsi di buoni insettifughi.  Il pronto soccorso e il trasporto in ambulanza è gratuito mentre le cure successive sono a pagamento. In assenza di convenzioni con l'Italia in materia di assistenza sanitaria si consiglia di stipulare una buona assicurazione privata prima della partenza. Di fatto la qualità del servizio sanitario ungherese è piuttosto elevata, il personale qualificato e l'igiene molto accurata. In caso di necessità presso l'Ambasciata italiana è reperibile una lista di specialisti disponibili; accurato e poco costoso il lavoro dei dentisti. Una farmacia a rotazione rimane aperta tutta la notte nelle principali città e comunque, sulla porta, troverete l'indirizzo di quella di turno.

 

Ambasciata di Ungheria in Italia

Via dei Villini 12/16, Roma, tel. 06-4402032, 06-44230567, 06-44249938; www.huembit.it

Consolato Generale in Italia

Via Gasparotto 1, Milano, tel. 02-67382924

Ambasciata d’Italia in Ungheria

Stefania ut 95, Budapest, tel. 1-3436065

Sezione consolare

Via Messina 15, Roma, tel. 06-44249938, 06-44249939

Per informazioni e prenotazioni di Case, Ville, Appartamenti e  Hotel in Ungheria si possono consultare i siti:
Intercom On Line        Balaton Immobiliare

Ufficio del turismo ungherese c/o Istituto Commerciale Ungherese

Via dei Monti Parioli 38, Roma, tel. 06-3212409; www.huembit.it

Ufficio del Turismo Ungherese

Via A. da Giussano, Milano, tel. 02-48195434; www.hungarytourism.hu 

Tourinform (Ufficio Nazionale del Turismo Ungherese)

Suto utca 2, Budapest, tel. 1-3179800, fax 3179656 (orario: lun-ven 9-19, sab-dom 9-16 con informazioni anche in lingua italiana)

Istituto Italiano di Cultura

 Brody Sandor utca 8, Budapest, tel. 1-3188144

Alitalia

Bajcsy-Zsilinszky ut 12, Budapest, tel. 1-4832170, 4832171

Malev

Dorottya utca 2, Budapest, tel. 1-2353565; www.malev.hu

Polizia

tel. 107; tel. 117 (in inglese e tedesco)

Stazione di Polizia 

Szalay utca 11.13, Budapest, tel. 1-3025935

Soccorso Stradale

tel. 088 (a livello nazionale) oppure 1-3451755 (con personale parlante lingue straniere)

Pronto Soccorso e Ambulanza

tel. 104; 1-3111666

Ospedale MAV

Podmaniczky utca 111-110, Budapest, tel. 1-2695656

International Medical Services

Vaci ut 202, Budapest, tel. 1-3299349 (clinica privata)

American Clinic

Hattyu utca 14, V piano, Budapest, tel. 1-2249090

Interako Dental Co-op

Zugligeti ut 60, Budapest, tel. 1-1751455, 1-3492243 (per problemi odontoiatrici)

Indietro Come Arrivarci Filmato Dell'Ungheria Notizie Utili e Curiosità Torna Su Avanti
TUTTI GLI UTENTI SKYPE Possono Chiamarci Gratis Clikkando SU Call me!

Orario Ufficio Dalle 09.00 / 16.00