Liberamente Tratto dal Sito "Gnocca Travels"

Siofok ed il lago Balaton "" Quel ramo del lago di.... Siofok .... ""
A cura del CSPPB (Comitato Scientifico per la Protezione della Passera del Balaton). Relatori: Cav. Trombadori, Pifferaio Magico, Rag. Mandrillo e Rag. Calboni.
 
Dove andiamo in vacanza quest'anno? Mah... che ne dici del lago?
E così, dopo qualche anno di assenza, i fantastici quattro del CSPPB (Comitato Scientifico per la Protezione della Passera del Balaton) inforcarono le rispettive trombmobile per recarsi nell'amena regione ungherese del celeberrimo Lago Balaton ed in particolare a Siofok e dintorni.

Due cenni sul posticino: Siofok è una cittadina piuttosto carina ed è nota per essere la principale destinazione turistica sul lago Balaton.
E' conosciuta anche come la "Rimini dell'Est", sebbene questo altisonante titolo risulti onestamente eccessivo. E' meta soprattutto di turismo giovanile proveniente dalla Germania, oltre che dall'Ungheria stessa (salvo ferragosto, quando sentirete solo i dialetti italiani ed anche il dialetto sardo campidanese, tanto per dirne uno, sarà più diffuso dell'ungherese e del tedesco messi insieme: ergo, evitare).

Premettiamo subito che negli ultimi anni a Siofok, dove la gente vive di turismo, c'è stato un aggiustamento del costo della vita ed una selvaggia 'occidentalizzazione' delle Gnocche locali. Dati alla mano si spende solo un 15/20 % circa in meno che in Italia sulla maggior parte dei beni. Unici prodotti dove v'è una effettiva convenienza sono gli appartamenti e i beni di prima necessità (Gnocca a parte purtroppo), ma non su ristoranti, discoteche, localini ed altre voci di spesa classiche per un Gnocca travel: quindi per le vacanza a basso budget, ci si prende un appartamentino e si va a far la spesa.
 

Requisiti di base per una vacanza sul Balaton:
Inglese almeno scolastico basta e avanza.... se non spiaccicate una parola di inglese è problematico. L'ideale sarebbe parlare più lingue, poiché oltre all'ungherese la maggioranza delle ragazze parla anche il tedesco, più raramente l'inglese o il francese.
Ad ogni modo il saper approcciare nella lingua madre aiuta parecchio, una delle classiche frasi d'attacco è “Beszel olaszul?” che tradotto significa “Parla italiano?”. Naturalmente la Gnocca ride quasi sempre e nega, ma poi con qualche altra parola in lingua magiara o inglese o francese, il discorso continua … anche a cena e oltre … (vedasi parco di Siofok o albergo/appartamento dopo qualche giorno).

Ma passiamo ora ai dati più interessanti: dividiamo tra Divertimenti, Disco e Gnocca.

Divertimenti:
Quasi tutto gira attorno alla via principale e lungo il lago ( Ucta Petofi Setany ): qui è pieno di piccoli bar, terrazze sul lago, chioschi e locali dove su tutti c'è musica e pieni di gente. Da pattugliare tutto il lungo lago ed in particolare il “Palace Bar” e il “Renegade” (seppur penalizzato dalla musica assordante che limita di parecchio la possibilità di approccio) sulla via principale, dove si trova la migliore gente, miglior servizio e più alto tasso di Gnocca.
Lungo la via è pieno di gente la sera, tutti/e rigorosamente muniti/e di bottiglia (non di acqua...). Occhio alle risse tra tedeschi e/o inglesi che sono normali, ma non manca che gironzolando qualche donzella senza conoscervi vi cacci la lingua in bocca. Il tutto continuamente fino a mattina presto.
Tra gli altri posti da segnalare, non male anche lo "Spaghetti House": qui l'approccio è più facile ed il momento migliore per attaccare è quando mettono i balli latino-americani.
In spiaggia, infine, il posto migliore per l'attacco è verso la parte est (poco prima del jumping), ove la musica non è molto assordante.

Regole fondamentali per l'attacco, oltre all'inglese almeno scolastico:
1) mantenersi freddi e distaccati talvolta snobbarle, poiché il vedere tante Gnocche di buon livello può far venire il capogiro o confusione, dopo i grigi mesi invernali: e poi tanto le ungheresi te le fanno capire quando e se puoi attaccare e difficilmente si supera il terzo giorno in spiaggia senza aver conosciuto qualche strafica... quindi concentrarsi su una o poco più altrimenti si diventa dispersivi e non si conclude niente;
2) in spiaggia piazzarsi vicino con l'asciugamano e quando ti fa gioco essere decisi ed attaccare. L'italiano solitamente è allegro, fa ridere, ma queste sono donne che vogliono soprattutto “i fatti” ed è sempre meglio far parlare loro, così anche se il nostro inglese ad esempio non è oxfordiano, l'importante è capire quasi tutto quello che ci sta dicendo. Mai fare troppo i brillanti, ascoltare e assecondare....

Disco:
In pratica ce ne sono due:
- il Flort in centro città, discoteca piccola e carina, mai affollatissima e con una concentrazione di Gnocca nella media (ndr: di Siofok)
- il Palace Disco -  che merita davvero. Due piste una hip-pop e una musica di tendenza, con serate a tema e varie situazioni (c'è anche il ristorante) e una “erotic area” con bellissime Gnocche (occhio che però è per guardare e non per trombare). Sempre piena tutte le sere in stagione soprattutto di Gnocca, anche molto giovane, e si fanno incontri interessanti per finire la serata, basta essere un pò gentili ed educati e amicizia si fa tranquillamente... poi, se ne vale il pene, e se un pò di fortuna non mancherà, a scopone scientifico si giocherà!

Capitolo Gnocca:
Fin qui tutto ok e niente di strano, ma ora passiamo finalmente alla Gnocca.
Per strada e lungo il viale principale, evitare assolutamente di farsi abbordare dalle pro di strada, quasi tutte zingarelle e di livello medio-basso. A parte il fatto che sono classificabili come “sanitario ideal standard”, sono inaffidabili, ti attirano col pretesto che costano poco, ma poi alla fine si fa pochissimo se non addirittura niente perché scappano… ti avvicinano, o chi per loro (classico brutto ceffo), "vuoi scopare?" .....e invece ti inculano loro alla grande.
Locali di lap dance: non molti e poco appariscenti, sono solitamente situati nelle vie laterali al viale principali… qui le cose girano già meglio: la tipa arriva, si siede sopra di voi, voi bevete, lei beve, voi pagate anche per lei (e vi salva il fatto che le consumazioni non sono care…), alla fine si tocca solo qualcosina ed è raro trovarne una compiacente che vi dia appuntamento fuori. Gnocca di livello medio/basso, quasi tutte ungheresi o limitrofi. Più che altro sono posti dove divertirsi e ridere di brutto delle orde di cruccacci selvatici che affollano oltre ogni limite questi locali.

Night Club: ce ne sono solo due ed entrambi sono assai conosciuti in zona.
Localini anche qua piccoli, ma veramente carini e ben curati, con Gnocca di medio/alta qualità, generalmente ungherese o moldava/rumena. E stranamente luogo di incontro di italiani!!! Si tratta di:
1) La  Dolce Vita "  e " L'amour", ubicato all'inizio della via principale, che di bar ha solo il banco, per il resto è un regolarissimo trombodromo. Qui le signorine sono di livello medio, dai 18 a 30 anni circa, in un'ora le si conoscono tutte (sono circa una quindicina), ma se non si beve con loro in pochissimo tempo spariscono. I drink sono quotabili in 3000 Huf. (circa 12 neuri, 1euro=245 Huf.). La ginnastica rieducativa per i membri, invece, va dai 15.000 ai 25.000 Huf., trattabili sempre (soprattutto in zona chiusura, quando chiudere sotto i 20.000 fiorincelli è d'obbligo).
Rai uno con intervista compresa, raro sintonizzarsi con altri canali. Sempre con tanto di isolamento penale.
2) il “Punto G”, situato nella via pedonale a 50 mt dalla Bella Italia zona centro.  Il numero uno per lusso e qualità media della Gnocca, di solito ungherese (e porcella) doc.
Qui il locale è ancora più piccolo ed accogliente, se vogliamo, non si è pressati così forte per consumare ed offrire drinks.
Qui la rata è più alta, da 25000 Huf. a 35000 Huf. (o anche più), raramente sotto. Però…. però qui il servizio è con i fiocchi: Rai1 e intervista doppia garantita… Rai2 più sintonizzabile, aggiungete anche il fatto che buona parte delle Gnocche qui sono delle contorsioniste nate... facile anche un'intervista dal vivo…. e per non farvi sentire soli, sono ben disposte ad accompagnarvi anche in due.


DOVE ALLOGGIARE (ALBERGHI):
Detto sulle alternative a buon mercato, per chi vuole concedersi la comodità dell'albergo, di seguito trovate le migliori offerte che abbiamo trovato:
- per Siofok cliccate qui
- per il lago Balaton in generale cliccate qui


CONCLUSIONI FINALI:
Concludendo, per una vacanza divertente e rilassante Siofok sul Balaton non è male, un pochino si risparmia anche, non manca niente, ma non aspettatevi chissà che cosa!

A Siofok una volta si combinava di più, adesso, essendo basata molto sul turismo “mordi e fuggi”, può capitare di vivere qualche breve flirt con qualche studentessa di Budapest in vacanza, ma comunque il loro livello di pretese è molto salito.
Lo scenario è peggiorato assai rispetto alle nostre prime visite metà anni novanta (e qui ci vengono i lucciconi a ricordare i bei tempi in cui con un onesto bigliettino da 50.000 lire si offriva una cena a base di pesce a tutte le Gnocche del miglior night), meglio dirigersi nelle altre piccole località non così mercenarizzate del Balaton: atmosfera assai più sana e ambiente più favorevole, soprattutto per il free.
 


Qui si ritrova anche un pò di quella cara vecchia atmosfera degli anni migliori di Siofok.

Salutoni e buona Gnocca!
Il Comitato Scientifico per la Protezione della Passera del Balaton - CSPPB.
Cav. Trombadori, Pifferaio Magico, Rag. Mandrillo e Rag. Calboni.